Prosumer

Già Marshall McLuhan aveva suggerito che, con la tecnologia elettrica, ogni consumatore sarebbe diventato un produttore. L'intuizione venne ripresa da Alvin Toffler, che qualche anno dopo, prefigurò un mondo socio-economico in cui il ruolo di produttori e consumatori è difficilmente separabile.
In una condizione di saturazione dei mercati, è gioco-forza che si passi da una produzione di massa di merci standardizzate a una produzione di massa di prodotti altamente personalizzati.
La personalizzazione porta con sé che i consumatori prendano parte al processo produttivo cooperando a definire le caratteristiche progettuali dei prodotti.

“Termine coniato negli anni '80 [del secolo scorso] da Alvin Toffler [il riferimento è al libro La terza ondata, Sperling & Kupfer, Milano, 1984] , indica un cambiamento del ruolo e delle attività del consumatore tipo (Consumer) di informazioni e servizi. Le nuove tecnologie (internet ne è l'esempio principe) rendendo più facile produrre informazioni e servizi a basso costo, aprono la strada a un numero elevatissimo di nuovi produttori di servizi e informazioni. Il paradosso è che, lo stesso ‘Consumer’ di informazioni e servizi, può e diventa ‘Producer’: quindi ‘Prosumer’. Ne sono classici esempi le BBS negli anni ‘80 e inizi ‘90, le attuali Comunità Virtuali su Internet, le Mailing List, i Forum, dove il consumatore può produrre, trasformare, riprodurre informazioni e/o servizi”. (Voce “Prosumer” all’indirizzo: <http://www.idome.com/glossario/pagina.phtml?id=1016>. Link verificato il 27.12.2008).

In taluni contesti culturali, come quelli di alcuni gruppi no-global che perseguono la decrescita teorizzata da Latouche , il concetto di prosumer tende a coincidere con quello di autoproduttore. Il prosumer è uno che almeno tendenzialmente produce da sé il cibo che consuma, ripara i vestiti e i manufatti invece di comprarne di nuovi, preferisce suonare sturmenti musicali invece di comprarne di nuovi, privilegia l'utilizzo di media che promuovono la creazione e la distribuzione di prodotti culturali autoprodotti,

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License